Il Beccamoschino
Il Beccamoschino
Sardegna | 21 febbraio 2019
Tra le steppe e gli stagni della Sardegna si aggira un piccoletto, il beccamoschino, un uccellino di pianura, diffuso in quasi tutto il Vecchio Mondo. Il suo nome scientifico Cisticola juncidis deriva dal greco antico "kisthos", "rosa di roccia" (Un genere di piante della famiglia Cistaceae), e dal latino "colere", "abitare". Il nome della specie "juncidis" deriva dal latino ed è un diminutivo di "iuncus", Canne o giunchi. Il nome comune fa riferimento a parte della sua dieta, composta da insetti e granaglie.
Competizione
Competizione
Reserva de la biosfera Ría Celestún, México | 14 novembre 2018
I fenicotteri sono uccelli molto sociali, vivono in colonie la cui popolazione può raggiungere migliaia di individui. Si ritiene che queste grandi comunità servano a tre scopi: evitare i predatori, massimizzare l'assunzione di cibo e utilizzare siti di nidificazione in modo più efficiente. Ciononostante non è difficile vedere due esemplari scontrarsi per contendersi un partner o del cibo, ed è proprio in queste occasioni che ci si "gonfia" per sembrare più grossi!

Phoenicopterus ruber
Come mangiano i fenicotteri?
Come mangiano i fenicotteri?
Ría Celestún, Yucatán, Mexico | 14 novembre 2018
I fenicotteri si nutrono filtrando cianobatteri, crostacei e molluschi. Il loro becco dalla forma ricurva si è adattato appositamente per separare fango e silice dal cibo che consumano e questi uccelli lo usano, unici nel loro genere, in posizione capovolta. Il filtraggio di cibo è possibile grazie a strutture pelose, dette lamelle, che allineano le mandibole e la grande lingua dalla superficie ruvida.
Coccodrillo messicano
Coccodrillo messicano
Río Lagartos, Mexico | 11 novembre 2018
Rio Lagartos è una riserva naturale nel nord dello Yucatan. Il nome viene dai colonizzatori spagnoli, sbagliandosi sia sulla parola Rio che Lagartos: infatti si tratta di un enorme estuario (ría in spagnolo), non di un fiume (rio), e i "lucertoloni" che lo abitano non sono alligatori (lagartos), bensì coccodrilli.
Il coccodrillo messicano (Crocodylus moreletii) si distingue dagli alligatori per via dei denti. Infatti, ha una dentatura perfettamente allineata. Il quarto dente sulla mandibola inferiore del coccodrillo è visibile quando tiene la bocca chiusa perché è leggermente più grande rispetto al resto dei suoi denti.
Pigliamosche Cardinale
Pigliamosche Cardinale
Rio Lagartos, Yucatán, México | 10 novembre 2018
Il pigliamosche cardinale (Pyrocephalus rubinus) è un uccello migratore che vive dagli Stati Uniti meridionali all'Argentina e al Cile. Il nome del genere "Pyrocephalus" deriva dal greco "puros" (fuoco) e "kephalos" (testa) che significa "testa di fuoco".
Martin pescatore pigmeo
Martin pescatore pigmeo
Rio Lagartos, Yucatan, Mexico | 09 novembre 2019
Il Martin pescatore pigmeo americano nidifica lungo i ruscelli nelle foreste o nelle mangrovie d'America. Viene spesso visto appollaiato su un ramo vicino all'acqua prima di immergersi di testa per pescare.
Aironi biachi
Aironi biachi
Rio Lagartos, Mexico | 09 novembre 2018
Quello bianco è uno degli aironi più ampiamente distribuiti in tutto il mondo, con quattro sottospecie in Asia, Africa, Americhe ed Europa. In foto Ardea alba egretta.
La civetta nana
La civetta nana
Trentino | 21 ottobre 2018
La Civetta Nana (Glaucidium passerinum) è la più piccola specie di Civetta nidificante in Europa. Balcani e Alpi sono il limite meridionale dell’areale di nidificazione. È un uccello solitario e particolarmente adattato alla vita nei boschi. Abilissima cacciatrice, è dotata di ottima vista e udito, ed è in grado di catturare volatili grandi quasi quanto lei.
Il rampichino alpestre
Il rampichino alpestre
Trentino | 21 ottobre 2018
Il rampichino alpestre (Certhia familiaris) è un uccello dalle abitudini diurne che passa la maggior parte della giornata saltellando attorno ai tronchi e i rami degli alberi, utilizzando le forti zampe con lunghe dita per trattenersi al tronco e la coda rigida per tenersi appoggiato ai tronchi in posizione verticale.
Sguardi
Sguardi
Sardegna | 01 ottobre 2018
L'ambiente della civetta è l'aperta campagna, dai pendii rocciosi e le aree semidesertiche ai pascoli e parchi ariosi. Nidifica nelle cavità di vecchi alberi o tra le rocce.
Gli occhi della civetta
Gli occhi della civetta
Sardegna | 24 marzo 2018
Sarà per il suo sguardo che gli antichi greci associavano la civetta alla saggezza?
Poiane
Poiane
Veneto, Italia | 17 gennaio 2018
Due poiane (Buteo buteo) si contendono un posatoio.
Perché si chiama barbagianni?
Perché si chiama barbagianni?
Sardegna, Italia | 06 dicembre 2017
Il suo nome viene dalla composizione delle parole latine bàrba, che significa barba, e géna, palpebra, in riferimento alle piccole piume sparse attorno agli occhi.
La vedova nera mediterranea
La vedova nera mediterranea
Sardegna, Italia | 24 novembre 2017
È chiamata così perché in alcuni casi una volta terminato l'accoppiamento la femmina uccide il maschio per cibarsene. Detta anche malmignatta, è un ragno velenoso potenzialmente letale.
Il falco pescatore
Il falco pescatore
Sardegna, Italia | 06 dicembre 2017
Il falco pescatore è citato nel poema cinese "guan guan ju jiu" (關關雎鳩);
"ju jiu" si riferisce al falco, e "guan guan" alla sua voce. Nel poema, il falco pescatore è considerato un'icona della fedeltà e dell'armonia tra moglie e marito, dovuto alle sue abitudini rigorosamente monogame.
Elogio all'albero
Elogio all'albero
Sud Sardegna | 07 dicembre 2017
Ogni albero è importante. Sia esso fra molti altri nel bosco, solitario in un prato, in un parco urbano, lungo un viale, all'interno di un frutteto...
L'albero, oltre a essere un vegetale fondamentale per la vita del pianeta, è esso stesso un mondo, dove animali di ogni genere vivono, trovano riparo, si nutrono e si riproducono.
In foto un gufo comune (Asio otus) all'interno di un cipresso dentro un cimitero.
Corvo Imperiale
Corvo Imperiale
Sardegna, Italia | 04 novembre 2017
Nella mitologia greca, il corvo, inizialmente di colore bianco candido, venne scelto come uccello simbolo del dio Apollo, il quale tuttavia lo punì per avergli riferito, anche se in buona fede, una cattiva notizia, vale a dire il tradimento con il mortale Ischi da parte della sua amante Coronide, anch'essa mortale: la punizione consistette nell'annerimento istantaneo del piumaggio del corvo, caratteristica questa che sarebbe stata trasmessa anche alla progenie.
Il Gheppio
Il Gheppio
Sardegna, Italia | 17 novembre 2017
I gheppi sono sensibili ai raggi ultravioletti che permettono loro di localizzare visivamente le piste delle arvicole. Questi piccoli roditori lasciano lungo il cammino delle tracce di urina e feci che riflettono luce ultravioletta. Questo li rende visibili ai gheppi, specialmente in primavera prima che la vegetazione ne copra le tracce.
Il silenzioso volo del barbagianni
Il silenzioso volo del barbagianni
Sardegna, Italia | 05 ottobre 2017
Come gli altri rapaci notturni, il barbagianni possiede un piumaggio particolare, che gli permette di volare in modo estremamente furtivo e avvicinarsi alle prede senza farsi sentire.
Il bruco del macaone e il finocchietto
Il bruco del macaone e il finocchietto
Sardegna, Italia | 24 settembre 2017
Il finocchietto selvatico (Foeniculum vulgare) è la pianta nutrice del macaone (Papilio machaon).
Fabio Ghisu Photography
Via G. Caproni, 29 | 38121 Trento, Italia | P.IVA: 02489780227

Privacy Policy